Home » cultura » Letture di dicembre

Letture di dicembre

Questo sarà un lungo post vi avverto, perchè durante il mese di dicembre anche grazie alle lunghe ferie che ci siamo concessi ho potuto leggere molto. Partiamo dunque con il saggio di Aldo Giannuli intitolato “Il noto servizio, Giulio Andreotti e il caso Moro”

Leggendo l’indice il primo pensiero che mi ha attraversato la mente è stato…finalmente un saggio dedicato ai misteri italiani che sappia guardare oltre Gladio! Il Noto servizio, che nell’ultima fase della sua vita fu denominato l’Anello fu strettamente collegato alla carriera di Giulio Andreotti ed ebbe un ruolo significativo nelle principali vicende della storia politica e giudiziaria del nostro paese. Secondo una nota riservata trovata da Giannuli e datata 1972 la storia del Noto servizio ebbe inizio con il Generale Mario Roatta, Solomom Hotimsky, a guidare in un primo tempo il servizio. “È una struttura invisibile, clandestina, non ha organigrammi, né sedi. Viene sciolta e risorge per quattro volte. Mai riconosciuta e quindi come tale libera di agire senza rendere conto delle sue azioni. Nasce in funzione anticomunista e ha in Giulio Andreotti la sua interfaccia istituzionale e politica”. L’attività del Noto servizio si muoveva all’interno di un triangolo formato dai servizi militari italiani, i servizi americani e la Confindustria. Gli uomini del Noto servizio erano costantemente in contatto con la mafia, la camorra, la banda della magliana e molti altri poteri criminali per poter meglio svolgere il compito per il quale erano stati “arruolati” ovvero fare il lavoro sporco al fianco dei servizi segreti militari. In particolare il libro si sofferma a lungo sul ruolo di Adalberto Titta nella trattativa con le BR per la liberazione di Moro. Si tratta davvero di un saggio di grandissimo interesse che poggia su una immensa base documentale, l’unica pecca a mio avviso è l’assenza di una sezione dedicata ai documenti su cui si è basata questa ricerca, mi avrebbe fatto molto piacere poter vedere almeno i principali.

Ho proseguito poi con una lettura decisamente più leggera, di Tarquin Hall “Vish Puri e il caso della domestica scomparsa”

Questo è il primo romanzo che vede protagonista Vish Puri, fondatore e direttore della Investigatori privatissimi Ltd di New Delhi (io avevo già letto tempo fa il secondo di questa serie). Vish Puri viene contattato da un uomo preoccupato per l’imminente matrimonio della nipote e deve indagare sulla condotta di un promesso sposo. Questa indagine, ordinaria amministrazione per il geniale detective viene messa in secondo piano quando alla sua agenzia si rivolge un facoltoso avvocato, accusato di aver eliminato la domestica Mary, scomparsa da mesi, dopo averla messa incinta. I datori di lavoro della ragazza non ne conoscono nè il cognome nè la città di provenienza, ma molti testimoni hanno riconosciuto nelle foto di un cadavere ritrovato, la giovane Mary. Si tratta di un giallo ironico e divertente in cui non manca uno squarcio sulla vita e sulla affascinante cultura indiana.

Infine durante la nostra mini vacanza al mare per Capodanno ho letto “Che cosa è successo a Mr Dixon” di Ian Sansom

Il secondo volume della serie delle avventure del bibliobus di Tundrum mantiene la promessa fatta con il primo. Insrael Armstrong bibliotecario londinese è ancora incastrato a Tundrum, per la precisione nel pollaio della fattoria dei Devine. L’unico centro commerciale di Tundrum, il DIxon & Pickerings festeggia il centenario e ad Israel viene offerta la possibilità di allestire una mostra illustrata sulla storia del negozio. Purtroppo proprio durante l’allestimento si scopre che dalle casseforti del Dixon & Pickerings sono sparite duecentomila sterline e che Mr Dixon, il proprietario del negozio, è scomparso. Israel essendo l’unico presente all’arrivo della polizia viene incriminato per furto e sequestro di persona. Grazie all’aiuto del fidato amico Ted riuscirà a dimostrare la sua innocenza tra mille avventure esilaranti. A mio avviso la trama è un po’ fragile ed il finale frettoloso, ma i personaggi secondari con la loro particolare filosofia di vita e il loro dialetto assurdo valgono il prezzo del libro.

L’ultimo libro letto con il GDL di cui faccio parte è stato “La zia Julia e lo scribacchino” di Mario Varsas Llosa.

Il racconto è ambientato a Lima, in Perù, e racconta la storia d’amore fra Mario, di 18 anni e Julia divorziata, di 32 anni, sua zia acquisita. Il giovane Mario studente in legge all’Università di San Marcos e direttore del Servizio Informazioni di Radio Panamericana, a Lima collabora suo redattore Pascual e in seguito con il Gran Pablito. A Radio Central, appartenente agli stessi proprietari (Genaro-papà e Genaro-figlio) di Radio Panamericana, arriva il boliviano Pedro Camacho, popolarissimo autore di romanzi radiofonici. A questo punto la narrazione principale della vicenda amorosa dei due protagonisti si alterna con i personaggi dei romanzi di Camacho la cui febbrile e ossessiva attività lo porta a confondere i personaggi dei suoi romanzi e li sposta dall’uno all’altro, cambia loro nome, li uccide e li resuscita, causando confusione nei suoi ascoltatori. Viene perciò ricoverato in manicomio.Il romanzo termina quando Mario è ormai cinquantenne, divorziato dalla zia Julia, trasferitosi in Europa e affermatosi come scrittore torna a Lima per ritrovare il Gran Pablito proprietario di un ristorante, Pascual redattore di una giornale sull’orlo del fallimento e Pedro Camacho, uscito ormai dal manicomio, facchino per lo stesso quotidiano. L’alternanza tra i radiodrammi e la trama principale mantiene sempre alto l’interesse del lettore combattuto fra il desiderio di sapere se il matrimonio fra Mario e zia Julia verrà celebrato e quello di scoprire cosa accadrà nelle incredibili storie di Camacho. Ora con il GDL, di cui potete trovare il link nella colonna a destra stiamo leggendo “Marina” di Carlos Ruis Zafon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...