Home » sul comodino » Vish Puri e il caso dell’uomo che morì ridendo

Vish Puri e il caso dell’uomo che morì ridendo

Il secondo romanzo dello scrittore anglo-indiano Tarquin Hall prende il via dall’omicidio del dottor Suresh Jha soprannominato l’acchiappaguru per la dedizione con la quale è impegnato a smascherare i trucchi dei presunti santoni popolarissimi in India. Lo scienziato è stato ucciso da una misteriosa dea Kalì misteriosamente apparsa mentre partecipava ad una riunione del Club delle risate nel parco Rajpath a Delhi. Le indagini si concentrano nel quartiere di Shadipur, residenza di maghi e stregoni e sono anche un ottimo spunto per descrivere alcuni aspetti della società e della cultura indiana. L’investigatore Vish Puri, con il suo immancabile berretto sandown e la sua passione per la cucina indiana, descritta con dovizia di particolari, si avvale anche in questa indagine dei suoi consueti e validissimi collaboratori Luce Al Neon, Sciacquone, Freno a mano e Crema Da Viso. Contemporaneamente la moglie e la madre di Vish Puri indagano su un misterioso furto avvenuto durante un kitty party. Questo romanzo si è rivelato una piacevole lettura intrisa di ironia, umorismo, ma anche di qualche necessario colpo di scena per un poliziesco in salsa curry.

Oggi invece della copertina vi lascio il booktrailer del libro:

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...