Home » in cronaca » Per non dimenticare

Per non dimenticare

Sono passati 35 anni da quella piovosa mattina del 28 maggio 1974 in cui un ordigno fu posto in un cestino dei rifiuti in Piazza della Loggia a Brescia durante una manifestazione contro il terrorismo neofascista indetta dai sindacati e dal Comitato Antifascista. Una stele ricorda le 8 vittime: Clementina Calzari e il marito Alberto Trebeschi, Giulietta Banzi Bazoli, Luigi Pinto, Euplo Natali, Bartolomeo Talenti e Vittorio Zambarda. L’ultimo processo per la strage è attualmente in corso e vede tra gli imputati Delfo Zorzi, Carlo Maria Maggi entrambi membri del movimento Ordine Nuovo già imputati e poi assolti nell’ultimo processo per la strage di Piazza Fontana che scandalizzò l’Italia proprio perchè conclusosi con l’assoluzione degli imputati e la condanna dei familiari delle vittime al pagamento delle spese processuali; Maurizio Tramonte legato ai servizi segreti e noto come "Fonte Tritone", Francesco Delfino e Pino Rauti. La bomba sarebbe stata confezionata a Mestre o Venezia e consegnata, in una valigetta 24 ore, a Marcello Soffiati (ordinovista ormai scomparso) che l’avrebbe consegnata a chi avrebbe poi dovuto metterla in piazza. Secondo «Fonte Tritone» sarebbe stato Maggi a scegliere chi dovesse piazzare l’ordigno. E avrebbe scelto un ordinovista di Rovigo morto negli anni novanta. Chi volesse ascoltare le registrazioni può trovarle qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...