Home » innamorati cronici » A piccoli passi

A piccoli passi

La Gorgoglio madre in questi 10 mesi ha sempre definito il fidanzato "un amico", la cosa non stupisce chi conosce i titanici meccanismi di negazione di casa Gorgoglio: negarsi di avere una figlia disabile rende capaci di negare anche l’esistenza  di un fidanzato per la suddetta. Questo fino ad una settimana fa, quando la genitrice mi dice di voler acquistare un tavolo da pranzo per il loro soggiorno "per star più comodi quando viene il genero a cena" URCA! Stupita quando felice mi offro per andare con lei a scegliere il tavolo e per tenerle bordone con il babbo facendo gli occhi dolci da figlia unica per convincerlo della necessità di stare più comodi a tavola. Dopo una settimana di ricerche il tavolo per le cene di questa nuova famiglia allargata è stato scelto: in cristallo con le gambe in acciaio; in sostanza uguale al mio tranne per il dettaglio che il loro ha il cristallo sbiancato mentre il mio è trasparente.

Annunci

9 thoughts on “A piccoli passi

  1. Un fratello di mia madre fino a poco tempo fa usava addirittura la definizione “quel ragazzo che conosci”. Ora che viviamo insieme lo chiama “il mio ragazzo” 😉

    Mi piace

  2. Cavoli!Che passo!I miei usano ancora termi come: un amico, compagno, simpatizzante-.- Grazie a Zeus mi hanno risparmiato “amichetto del cuore”! =)

    Mi piace

  3. @zenda e Minerva84: si direi che stiamo procedendo bene 🙂
    @mllemm: per fortuna mia madre è figlia unica altrimenti non oso pensare cose sarebbe saltato fuori ihih

    Mi piace

  4. Benissimo, meglio tardi che mai, come si dice. Anzi, ha avuto una doppia promozione: direttamente a “genero” senza passare per il via! Si è messa già avanti con il lavoro! :-D. Sono contenta x te.

    Mi piace

  5. Ciao..volevo solo ringraziarti per essere passata dalle mie parti e per i complimenti al mio sito!
    sei la benvenuta…
    ripassa quando vuoi….
    Marika

    Mi piace

  6. Anche io sono d’accordo con l’ultimo commento.. forse tua mamma ha avuto difficoltà ai blocchi di partenza… ma poi è passata dall’amico al genero!! :-))) In effetti ha saltato molte fasi intermedie dove i termini avrebbero potuto sprecarsi.. :-)))
    ed il fidanzato che dice della promozione? 🙂

    baci

    Mi piace

  7. @melanele: in famiglia non abbiamo mezze misure o non sei nessuno o sei il genero 🙂
    @latrudy: lui è molto contento, in effetto credo temesse le denominazioni intermedie 🙂

    Mi piace

  8. è generazionale, questa cosa dell’amico. Anche mio papà un tempo chiamava così il my wise perchè non eravamo ufficialmente fidanzati

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...